Obiettivi e figure professionali

OBIETTIVI FORMATIVI

Il Corso di Laurea Magistrale infatti ha come obiettivo la formazione di una figura professionale di alto livello ed elevata professionalità che, grazie ad una preparazione interdisciplinare, possa essere in grado di predisporre progetti di opere sia per l'intervento sul costruito sia per la realizzazione del nuovo, coordinando, a tal fine, specialisti ed operatori nei campi dell'architettura, dell'ingegneria edile e civile, dell'urbanistica, del rilievo e del recupero architettonico.
I laureati magistrali in Ingegneria delle Costruzioni Edili dovranno essere in grado di progettare e dirigere, con gli strumenti propri dell'architettura e dell'ingegneria edile, le operazioni relative alla nuova costruzione e all'intervento sul costruito, con piena conoscenza degli aspetti legati al rilievo ed alla rappresentazione, nonché di quelli territoriali, distributivi, funzionali, strutturali, tecnico-costruttivi, legislativi, gestionali, economici e ambientali.
Il corso di laurea magistrale in Ingegneria delle Costruzioni Edili si propone di completare la preparazione del laureato di primo livello fornendo le competenze utili all'inserimento nel mondo del lavoro ed alla professione, ma anche gli strumenti necessari per una ulteriore specializzazione in settori specifici o scientificamente avanzati, nonché per la prosecuzione degli studi in livelli di formazione superiore quali Master e Dottorato di Ricerca.

Il percorso formativo si articola nelle seguenti aree disciplinari:

AREA ARCHITETTONICA E URBANISTICA indirizzata a fornire le competenze per elaborare e articolare un progetto alle diverse scale del costruito: architettonica, edilizia, urbana e territoriale, con attenzione anche al patrimonio edilizio esistente.

AREA STRUTTURALE indirizzata a fornire le competenze per elaborare e controllare il progetto strutturale di un'opera edilizia anche per le situazioni più complesse, con particolare attenzione al calcolo sismico delle strutture e all'adeguamento delle costruzioni esistenti.

AREA IMPIANTISTICA indirizzata a fornire le conoscenze necessarie per tenere conto anche delle problematiche energetiche nel progetto dell'organismo architettonico e impegnarsi a elaborare soluzioni "intelligenti" che integrino l'aspetto edilizio e quello energetico..

AREA DELLA GESTIONE D'IMPRESA indirizzata a preparare una figura in grado di associare capacità manageriali e di gestione economico-finanziaria alle competenze tradizionali dell'ingegnere edile.

AREA DELLE COMPETENZE COMPLEMENTARI che prepara ad affrontare i temi legati alla durabilità e all'efficienza energetica dei manufatti edilizi, al controllo delle strutture, ai sistemi informativi territoriali, a corredo di una preparazione fortemente caratterizzata.

SBOCCHI PROFESSIONALI

l Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria delle Costruzioni Edili ha lo scopo di formare una figura professionale che, attraverso un'adeguata e approfondita preparazione tecnica interdisciplinare, sia in grado di operare nel settore delle costruzioni edili in qualità di progettista, direttore di produzione o dei lavori, responsabile di ufficio tecnico o infine collaudatore.
I principali sbocchi occupazionali previsti dai corsi di Laurea Magistrale della classe sono:

  • la progettazione e la conduzione, attraverso la padronanza degli strumenti propri dell'ingegneria dei sistemi edilizi, delle operazioni di costruzione, trasformazione e modificazione dell'ambiente naturale e dell'ambiente costruito, con piena conoscenza degli aspetti distributivi, funzionali, strutturali, tecnico-costruttivi, gestionali, economici e ambientali e con attenzione critica ai mutamenti culturali e ai bisogni espressi dalla società contemporanea;
  • la predisposizione esecutiva di progetti di opere edilizie e la relativa realizzazione nonché il coordinamento a tali fini, ove necessario, di altri operatori del settore;
  • la gestione e la manutenzione del patrimonio edilizio esistente di proprietà di enti pubblici o privati;
  • il controllo di gestione e la pianificazione delle attività di imprese operanti nel settore edile.

I laureati magistrali potranno svolgere, oltre alla libera professione, funzioni di elevata responsabilità in istituzioni ed enti pubblici e privati (uffici tecnici di Enti istituzionali territoriali, aziende pubbliche e imprese private, studi professionali e società di progettazione), operanti nei campi della costruzione e trasformazione delle città e del territorio.